Fitodepurazione


IMG_4123L’acqua è l’elemento più prezioso per la vita, purtroppo con le attività industriali e i nostri stili di vita, noi la inquiniamo in tutte le maniere, quindi prima di porsi il problema di come disinquinarla, accorerebbe rivedere tutti i nostri sistemi di produzione agricola ed industriale per tutelare veramente questa preziosa risorsa.
Le prime esperienze di depurazione delle acque con le piante sono state fatte negli anni 70 in Germania, sono state sviluppate molte tecniche che si sono diffuse in tutta l’Europa del nord, in Italia qualcosa si sta muovendo ma con molto ritardo,.
Il tutto è nato con l’osservare cosa succede in natura, gli ecosistemi rilasciano naturalmente delle risorse di cui si avvantaggiano altri ecosistemi, quello che noi riteniamo un rifiuto, in un sistema naturale in equilibrio rappresenta una risorsa; quando queste risorse si accumulano in eccesso e non vengono captate dagli altri ecosistemi, abbiamo un inquinamento naturale, magari in coincidenza di alluvioni, eruzioni vulcaniche ecc., ebbene la natura ha elaborato dei sistemi efficientissimi che sono le paludi e le lagune, di fatto sono i reni della natura, dove vegetano tantissime specie vegetali (macrofite) che hanno la caratteristica di pompare aria all’apparato radicale, ed entrare in simbiosi con tutta una serie di batteri che hanno la possibilità di decomporre sostanza organica con l’ossigeno messo a disposizione da queste piante.

fitodepurazione
Bonificare le zone umide è sempre stato un ottimo sistema per avere consenso politico, hanno iniziato i romani, che ridistribuivano le terre ai legionari, in Italia nel ventennio si sono bonificati 9 milioni di ettari con il risultato di aver distrutto in Europa oltre il 90% di zone umide
Ricreare questi sistemi per depurare le acque che noi inquiniamo con l’agricoltura, gli insediamenti abitativi ed industriali, consente di abbattere i costi di impianto e soprattutto di non sprecare energia; in un sistema di fitodepurazione sono le piante che lavorano e forniscono l’energia necessaria; nel nord Europa si stanno ricostituendo grandi zone umide preposte a depurare le acque domestiche di intere città.
Le tecniche sono varie, una di queste consiste nel creare stagni (lagunaggio), dove si introducono una serie di piante acquatiche, possibilmente locali, magari con dei pesci (rossi, gambusie) ghiotti di larve di zanzare, il sistema poi si popolerà di anfibi, mammiferi, insetti ed uccelli, questa tecnica oltre ad assolvere alla depurazione crea biodiversità e ambienti piacevoli alla vista.
Per le acque domestiche una delle tecniche più diffuse è quella di creare una vasca impermeabilizzata, che intercetta le acque provenienti da un sistema primario (degrassatore – fossa imofh), detta a flusso orizzontale, riempita di ghiaia e piantumata con cannuccia palustre, iris d’acqua, giunchi, tife, l’acqua viene fatta scorrere lentamente attraverso gli apparati radicali abbattendo oltre il 90% degli inquinanti, l’acqua di uscita può essere reimpiegata per irrigare orti, giardini, frutteti.
Edilpaglia a partire da questo anno, ha organizzato corsi di quattro giorni in varie parti d’Italia per insegnare ad auto costruirsi questi impianti, registrando la partecipazione di autocostruttori, tecnici ed imprese, durante questi eventi si alterna la teoria all’esperienza pratica spesso terminando l’opera, così come in tutti i corsi organizzati da Edilpaglia grande spazio viene dato alla condivisione di esperienze; i viene inoltre insegnato a come disinquinare, raccogliere e riutilizzare l’acqua da tetti, sorgenti ed acque superficiali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...