permacultura


.

Cercare di definire la permacultura è molto difficie, il tentativo di confinarla dentro poche parole diventa di per se un controsenso vista la sua natura olistica che sfugge a qualsiasi esercizio riduzionista, è come se si volesse definire la musica, la permacultura si basa su dei principi di progettazione che potrebbero connotarsi come elementi tecnici, ma lo sono solo in parte, e con questi pochi principi così come con le sette note musicali, si possono pensare e sviluppare progetti di qualsiasi natura, a patto che si inizi con il progetto più importante ma anche il più difficile……..la nostra vita.

 cappotto in paglia

Il motore che sottostà alla permacultura sono tre principi etici, i quali amplificano, rafforzano e supportano il pensiero permaculturale, il rispetto dell’ambiente, la cura delle persone e condividere con gli altri una parte delle nostre risorse; non sono principi innovativi, l’nnovazione sta nel fatto che un permacultore in ogni situazione li applica tutti assieme cercando di valutare e sentire tutte le interconnessioni.

DSCN4678

Nonostante la difficoltà tenteremo di dare una definizione e di far seguire un semplice esempio di progettazione permaculturale.La permacultura si rifà a quella branca della scienza ecologica che si chiama “ecologia dei sistemi”.

La progettazione sistemica prende come modelli di riferimento quelli operanti in natura e i meccanismi che li autoregolano; si differenzia dai sistemi di progettazione tradizionali per il fatto che le relazioni degli elementi progettati devono interagire in maniera armonica fra loro entro il contesto sia interno che esterno dall’area progettuale stessa.

corso greb

L’approccio olistico della progettazione permaculturale permette una visione più ampia nel suo complesso, arrivando spesso a realizzare soluzioni innovative ed originali perché sganciate dal pensiero riduzionista.

Il progettista permaculturale usa un’osservazione attenta e una profonda interazione al fine di ridurre al minimo il bisogno di lavoro manuale, di energie non rinnovabili e di alta tecnologia, ma progetta sistemi ad alto contenuto di informazioni.  

A titolo di esempio semplificato prendiamo in considerazione un piccolo frutteto, ed il problema del taglio dell’erba; nelle pratiche correnti l’erba viene eliminata con gli erbicidi, il terreno viene poi lavorato e concimato con sostanze chimiche; le piante poi sono sottoposte all’attacco di agenti patogeni e pertanto vengono trattate con fitofarmaci;  il problema dell’erba è stato risolto, ma a danno della fertilità del suolo e con un dispendio di energie enorme.

DSCN3876

Il problema dell’erba nel frutteto, in una progettazione permaculturale, diventa una risorsa e quindi la soluzione; si parte dall’osservare che un terreno non disturbato (non lavorato) è in grado di autofertilizzarsi a condizione che interagisca con le piante, con gli animali e l’ambiente circostante; pertanto il frutteto sarà inerbito, le varietà impiantate saranno quelle locali che meglio si sono adattate a quel particolare ambiente, sarà poi recintato con filo elettrico alimentato da un pannello fotovoltaico e all’interno sarà introdotto una specie animale che non danneggi le piante da frutto, ma che si alimenti delle erbe sottostanti, in questa maniera avremo un frutteto sano e di qualità, che non avrà bisogno di concimazioni, di lavorazioni ne di fitofarmaci ed oltre tutto avremo i prodotti degli animali introdotti.

100_1958

Questo semplice esempio dimostra come la progettazione per sistemi sia molto più efficiente di una progettazione riduzionista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...