Autocostruzione familiare

 

 

 

 

 

 

 

Sono molti mesi che Edilpaglia supportata da molte associazioni, in particolare la nostra e quelle facenti parte della rete di Valbisenzio in Transizione si sta occupando dell’autocostruzione familiare o meglio dell’eco-autocostruzione familiare; in Italia esisteva una grande cultura dell’autocostruzione, poi negli ultimi decenni sotto la logica dell’industrializzazione legata a forti interessi speculativi, è andata perduta, tanto che nel nostro ordinamento giurico non esiste traccia normativa; le uniche attività sono legate all’abusivismo.

 Da sempre nel nostro paese c’è una fascia sociale che non ha la possibilità di accedere alla casa in maniera dignitosa, questa fascia nell’attuale crisi si sta sempre più allargando, pertanto pensiamo che la soluzione autocostruttiva possa rappresentare per molti l’unica strada perseguibile,  pensiamo anche che la politica dovrebbe supportare tale pratica, perchè le ricadute in termini sociali sarebbero elevatissime.

Molti soci di Edilpaglia, stanno progettando le proprie case con materiali naturali e sarebbe loro intenzione avviare processi di autocostruzione, questa è stata la molla per attivare tanti volontari ed istituzioni, per studiare il modo di rendere legale l’autocostruzione familiare.

Siamo ad un buon punto, abbiamo individuato lo strumento operativo e le procedure legate alla sicurezza, stiamo approfondendo la parte delle certificazioni tecniche e quelle contrattuali.

Il 5 maggio a Vaiano (PO) presso la Villa del Mulinaccio, ci sarà un convegno “verso l’abitare ecologico e solidale, una via possibile”, dove verranno approfondite le tematiche dell’autocostruzione, il giorno dopo 6 maggio, presso l’Ecoparco di Vaiano (PO) ci sarà la riunione semestrale di Edilpaglia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

3 risposte a “Autocostruzione familiare

  1. Se avessi avuto i soldi avevo già progettato una casa con struttura in legno e coibentazione con materiali più commerciali che mi sarebbe costata poco; il montaggio avrei potuto farlo interamente da solo salvo la posa degli elementi strutturali più pesanti e garantita antisismica, sulla paglia nutro dei sospetti antincendio.

    • Se una muratura in balle di paglia è eseguita secondo le corrette norme tecniche, ha una resistenza certificata superiori alle murature tradizionali(60-90 REI); infatti la paglia essendo pressata, ha al suo interno una scarsa quantità di ossigeno, e pertanto rende difficile la combustione.

  2. Il problema dell’auto-costruzione deve essere affrontato in termini di Diritto.
    Ogni cittadino deve potersi costruire una casa dove risiedere, per il tempo che passerà su questa terra.
    e quando dico per il tempo, intendo che quando alla fine smetterai di usarla, qualcun’altro può tranquillamente smontarla recuperando le parti nobili, per poi lasciare intonaci e muri a bio-degradare a terra … e allora penso proprio che quella costruzione la dovrò anche agevolare rispetto a chi mi lascia in giro blocchi di calcestruzzo ed eternit, no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...